laboratorio LA FORESTA DEI RACCONTI ABIT(AT)I
presso le scuole G. B. De Gasperi
in via Zandonai 4, Trento

Trento, martedì 23 settembre 2008

Il GIOCO DEGLI SPECCHI segue da anni una sua filosofia con un tipo di proposta che, in varie forme, si ripete: Ŕ la filosofia del Fare e del Fare insieme. Un semplice gruppo di PERSONE, senza quelle etichette di vario tipo che non tengono conto della complessitÓ sociale e dell'individuo. Gioco, sperimentazione, una somma di piccole azioni che tutte insieme costruiscono la societÓ futura. Questa volta a Fare, sono mani di donne che per tre giorni lavorano insieme.

Info: a.t.a.s. Cultura, IL GIOCO DEGLI SPECCHI
via S. Pio X 48, 38100 TRENTO
tel 0461-916251, fax 0461-397472
info@ilgiocodeglispecchi.org
www.ilgiocodeglispecchi.org

Scarica (PDF 13 kb) laboratorio LA FORESTA DEI RACCONTI ABIT(AT)I

MATERIE in SCRITTURA
incontri itineranti di arti e mestieri
a cura della SIL e Cassiopea

Trieste settembre-novembre 2007

Questa serie di incontri, organizzati da gruppi di socie operanti in diverse realtà locali, intende variamente esplorare i rapporti tra scrittura/scritture e materia/materie nell’ampia gamma concreta e metaforica in cui tali rapporti possono significarsi: la materialità della scrittura stessa, le sue diverse “materie espressive”, le arti e i mestieri dello scrivere… A Trieste ha preso forma in una serie di appuntamenti, tra settembre e novembre 2007, che intrecciano scrittura, teatro, arte, cucito, tessitura, racconti.
Cucire è un’arte antica che da secoli unisce generazioni di donne. Cucire è la pazienza di creare e di conservare attraverso movenze lente e ripetute, come una storia raccontata e scritta da mille voci che si fondono in coro. Cucire è una scrittura fatta di codici ripetuti; viene prima l'arte del cucito o prima quella della scrittura? L'ago e la penna tracciano gli stessi segni? Necessaria l'una all'altra o sono codici di diverse abilità? Lavoro d’intelletto o lavoro manuale? Quanto dell'una passa nell'altra?
Musa ispiratrice di queste giornate l’artista sarda Maria Lai nata a Ulassai (Nu) nel 1919. Dopo aver frequentato a Roma il Liceo Artistico, è allieva di Arturo Martini  all’Accademia di Venezia dal 1942 al 1945. Dall’eredità martiniana nasce la vocazione sperimentale della Lai. La ricerca di tecniche e materiali diversi è ricca ed originale: pani, telai, ceramiche, tele e libri cuciti fino agli interventi ambientali ed alle performances collettive. Ha partecipato a numerose mostre nazionali ed internazionali.

Il percorso ha avuto un’anticipazione il 22 settembre 2007 nel suggestivo spazio della Serra di Villa Revoltella con l’evento W-writing weavers/tessitrici di scritture a cura di Barbara Della Polla, Rossella Truccolo e della Cooperativa sociale Cassiopea, nell’ambito dell’istallazione LA FORESTA DEI RACCONTI ABI(TA)TI, grazie alla collaborazione del Comune di Trieste Assessorato alla Cultura e della Società Italiana delle Letterate.

venerdì 9 novembre
Sala del Circolo Aziendale delle Assicurazioni Generali

Piazza Duca degli Abruzzi 1 - Trieste

ore 16.00
Apertura Seminario Monica Luongo Presidente SIL nazionale
Spostare lo sguardo sulle nostre immagini perturbanti
Laura Graziano (Wake Forest University, Venezia)

tavola rotonda
MODE E STATI DI COSCIENZA
Tra tessiture, fili e racconti /viaggi nelle culture
con Maria Campitelli (curatrice, Gruppo 78 International Contemporary Art)
Marina Giovannelli (scrittrice), Gina Morandini (artista)
Anna Panicali (Università di Udine), Melita Richter (sociologa)
coordina Helen Brunner (psicologa psicoterapeuta)

sabato 10 novembre
Teatro Stabile Sloveno

Via Petronio 4 - Trieste

ore 10.00
COME IN UN GIOCO
conversazione a più voci su MARIA LAI

con Maria Vinella (università di Foggia)
Giuliana Carbi (Studio Tommaseo, Trieste)
Barbara Della Polla (autrice e attrice)
ore 11.30 pausa caffè
ore 11.45 proiezione “Sospesa tra terra e cielo”
di Barbara Della Polla e Ennio Guerrato Cassiopeateatro / SIL 2007
ore 13.00 pausa pranzo
ore 15.00 proiezione “Inventata da un dio distratto” di Marilisa Piga e Nico Tarsia, Paofilm 2000, Cagliari/Sardegna, 45'
ore 16.30 conclusioni Gabriella Musetti

Sabato 10 novembre
Spazio Comunicarte

Via San Nicolò 29 - Trieste
ore 18.30
inaugurazione COME IN UN GIOCO
mostra dedicata a Maria Lai

la mostra è aperta al pubblico dal 12 novembre al 5 dicembre
dalle 17 alle 20 escluse le domeniche

per informazioni e ospitalità:
vlaic@units.it
rosella@miela.it
info@cassiopeateatro.it
tel. 040365119 fax 040367817
Teatro Miela, Piazza Duca degli Abruzzi, 3 Trieste
www.societadelleletterate.it/

Scarica (PDF 1.012 kb) MATERIE in SCRITTURA
Scarica (PDF 190 kb) MARIA LAI - Come in un gioco

W - writing weavers

Sabato 22 settembre dalle 18.30 presso la Serra del Parco Villa Revoltella in Via de Marchesetti 37 a Trieste, grazie alla collaborazione del Comune di Trieste Assessorato alla Cultura e il sostegno della SIL - società Italiana delle Letterate, verrà presentata  W - writing weavers - la prima collezione di abiti da indossare, realizzati dalla Cooperativa Cassiopea.

Il primo elemento di un'identità è il nome: Cassiopea è una di quelle poche costellazioni visibili in ogni periodo dell'anno ed una delle più facili da riconoscere grazie alla sua caratteristica forma a "W". Così è anche la prima collezione di Cassiopea Teatro: pezzi unici, riconoscibili subito dal taglio e dai colori bianco e nero. W è una linea che brilla per raffinatezza e semplicità, fatta per il momento da una mini-collezione di gonne. Si tratta, infatti, solo di un anticipo di quella che sarà la futura produzione. Ogni indumento è stato pensato e realizzato attraverso un processo che parte dalla scrittura teatrale ed arriva ad esaltare il lavoro artigianale in una sintesi artistica tra corpo, individualità e abito. Ogni indumento riflette una pluralità di stimoli e di costumi, evitando le logiche industriali della moda, a favore della produzione di piccoli pezzi unici che seguono i tempi delle donne e non quelli delle stagioni del prêt-à-porter.

La presentazione di W - writing weavers, letteralmente tessitrici di scritture, è collegata alla mostra-istallazione "La foresta dei racconti abi(ta)ti" ideata dall'attrice e regista Barbara Della Polla e dalla costumista Rossella Truccolo. "La foresta dei racconti abi(ta)ti" è un'iniziativa prodotta dalla Cooperativa sociale Cassiopea di Trieste nell'ambito del progetto Vesti d'Artista finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia.

Presentazione "W": sabato 22 settembre dalle 18.30 - Serra del Parco Villa Revoltella, Via de Marchesetti, 37- Trieste.
Mostra "La foresta dei racconti abi(ta)ti": visite fino al 25 settembre h. 15-19 - Serra del Parco Villa Revoltella, Via de Marchesetti, 37- Trieste.

Ufficio stampa
www.extrasmall.org
info@extrasmall.org
Vanna Coslovich
+39 338 7304267

Scarica (PDF 155 kb) COMUNICATO STAMPA W - writing weavers
Scarica (PDF 157 kb) LA FORESTA DEI RACCONTI ABI(TA)TI